Il gusto della solidarietà

di Beatrice Emili.

Anche quest’anno l’Istituto Alberghiero ha organizzato una cena di beneficenza a sostegno dell’Associazione culturale “Christian Panetto”. La sera di venerdì 12 aprile la scuola ha aperto le porte per ospitare l’evento; l’allestimento dei tavoli è stato accuratissimo e ha visto trasformata quella che comunemente è l’aula magna in un elegante salone per le feste.

Il titolo dell’evento era “Note in libertà”, la musica è stata infatti il filo conduttore della serata e ha riempito di note la sala tra una portata e l’altra: musiche di Leonard Cohen interpretate da Stella Ceccarelli e Victoria De Nisco; Over the Rainbow e Battiato da Federico Foschi; The judge e Truce da Andrea Musco. Oltre la musica, il gusto: piatti originali e ricercati, ma con ingredienti locali semplici e preziosi.

I numerosi ospiti convenuti hanno molto apprezzato l’atmosfera della serata: dalla calorosa accoglienza al loro arrivo alle gustosissime vivande, dal talento vocale e musicale dei ragazzi che si sono esibiti alla loro professionalità nel servizio.

Alla riuscita dell’evento ha concorso il lavoro di gruppo di molte persone: insegnanti, studenti, assistenti tecnici, collaboratori. Il prof. Martoglio ha curato l’ accoglienza degli ospiti con la classe III Accoglienza sez.A; l’aperitivo e la cena hanno visto impegnati i prof. Maestrini, Chiocci, Staderini, Pilati e la collaborazione del prof. Cesarò insieme alle loro classi II Eno, IV Sala A, IV Cucina A/E, V Cucina E. L’assistenza tecnica per i brani musicali e gli interventi è stata curata da Reginaldo Sorcini, impegnato anche in veste di fotografo. Sponsor della serata sono stati Caba srl, che ha offerto i vini della cantina Briziarelli e “Fleur & Flower” che ha predisposto l’addobbo floreale, in particolare i centrotavola della wedding designer Romina.

Ma la vera protagonista della serata è stata la generosità dei convenuti, che hanno voluto dimostrare l’adesione ai valori e alle finalità dell’associazione, rappresentata dai genitori del musicista spentosi 6 anni fa, presenti alla serata. L’associazione è diventata ormai un’istituzione nella città di Spoleto, grazie all’infaticabile attività della signora Luciana Calandri, madre di Christian ed insegnante in pensione, la quale si dedica a diverse attività: doposcuola, recupero di situazioni di svantaggio scolastico e sociale, Telefono Azzurro, laboratori di musica come veicolo di comunicazione e promozione della creatività dell’individuo. L’Istituto Alberghiero condivide tali obiettivi e, con i suoi mezzi, sostiene l’associazione, dando prova di interazione con le forze più valide del territorio. La cena è terminata con l’augurio di un altro anno pieno di proposte e progetti per favorire nuovi percorsi culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*