L’ eccellenza per gli “eccellenti”!!!

dal gruppo di Accoglienza Turistica “ACCIPE DVLCIS”

Due alberghi eccellenti come il Crowne Plaza Rome St. Peter’ s ed il Rome Cavalieri (Hilton), il 3 Febbraio, hanno ospitato per una visita gli alunni del corso d’ eccellenza “Accipe Dulcis” slow school delle classi terze, quarte e quinte Accoglienza Turistica accompagnati dai professori Adornetto, Antimiani e Martoglio.

Gli studenti sono stati accolti con la migliore delle ospitalità al Crowne Plaza Rome St. Peter’ s dalla Sig.ra Livania Galindo, direttore delle risorse umane, dal direttore del prestigioso hotel 4 stelle superior, il Sig. Davide Grilli e dal Sig. Alessandro responsabile area congressuale. Subito colpiti dalla bellezza della struttura, i ragazzi sono stati condotti nelle camere, dove hanno potuto scoprire le diverse tipologie offerte e le particolari attenzioni e “coccole” rivolte ai clienti. L’ albergo di stile moderno costruito a forma di “L” ospita 308 camere principalmente per businessman ma anche per famiglie desiderose di alloggiare in uno spazio verde nel centro della città eterna. Sono state mostrate anche le numerose sale congressi, la Spa, la sala colazioni allestita per l’ american breakfast e l’ esterno. Infine,  il direttore Davide Grilli, ha preparato una piccola relazione dove ha illustrato il Brand dell’ albergo e puntualizzato il fatto che lui sia al vertice di un albergo in franchising.

I ragazzi hanno poi avuto l’ onore di conoscere uno dei più grandi direttori d’ albergo italiani, il Sig. Vittorio De Martino, oggi direttore Europa della struttura; il quale ha spronato gli alunni ad intraprendere e proseguire questa durissima carriera solo se spinti da una grande passione e da una forte tenacia.

Nel primo pomeriggio gli “eccellenti” si sono diretti nella zona di Monte Mario per visitare il Rome Cavalieri (Hilton). Circondato da un paesaggio magnifico, gli studenti sono stati accolti ed ospitati nella lussuosa hall, divisa in due parti: da un lato il Concierge e dall’ altro il Ricevimento. Il disponibilissimo Markus Dobritzhofer, chef concierge, ha illustrato la sua storia e le sue esperienze in questo settore. Successivamente i ragazzi sono stati accompagnati dalla Sig.ra Giada La Mantia, training manager, e dalla Sig.ra Paola Cammareri (dip. risorse umane) per la visita dell’ albergo 5 stelle lusso. Sono state mostrate agli alunni 2 delle 25 suites: la Vista Suite con ampia vista su tutto il centro di Roma e la Petronius Suite, un “mini-appartamento” di 300 metri quadrati circa ampliabile, su richiesta del cliente, con altre 4 camere. Le sale congressi, la hall, la Spa e tutto l’ albergo è decorato con mobili e oggetti di vero antiquariato barocco. La sfarzosità di questo albergo che ha più di 400 dipendenti, ha stupito tutti creando negli alunni il desiderio di crescere professionalmente in questo settore. Anche nel Rome Cavalieri, lo staff ha preparato per gli studenti un piccolo speech, realizzato dal Sig. Umberto Giraudo (Front of the House Quality Manager).

E’ importante dire che il Sig. Giraudo, appena eletto dalla più importante associazione di categoria 1° maitre d’hotel al mondo, oggi anche quality manager, ha incoraggiato tutti ad affermarsi in questa carriera. Ha spiegato che è necessario essere psicologi nel capire il cliente e le sue esigenze con uno semplice sguardo di osservazione per tracciarne immediatamente un profilo; bisogna anticipare le necessità e capire esattamente i desideri dell’ ospite ed è fondamentale la conoscenza delle lingue, in primis dell’ inglese, perché il mercato oggi giorno richiede dipendenti preparati, motivati, brillanti e flessibili.

I professori dell’Ipssart “G. De Carolis” hanno ideato questo progetto di eccellenza, appunto, per offrire ai ragazzi maggiormente interessati alla disciplina questa tipologia exclusive di esperienze, augurando loro di raggiungere il livello professionale delle persone che,il 3 Febbraio,  gli hanno fatto visitare 2 dei più belli alberghi d’ Italia.

Ringraziando i due alberghi per l’ importante opportunità,  il  gruppo del “De Carolis” ha donato ad entrambe le strutture una targa dell’ Istituto.

I commenti sono chiusi