Storia e storia vissuta

di Emanuela Valentini Albanelli.

Alessandro Cortese de Bosis già ambasciatore e reduce della seconda guerra mondiale, incontrerà martedì 11 febbraio, gli studenti del “G.de Carolis”.

L’istituto alberghiero ha colto al volo l’opportunità, offerta dall’Associazione Nazionale Combattenti Forze Armate Regolari Guerra di Liberazione,  di avere a Spoleto Alessandro Cortese de Bosis per la Conferenza sulla Guerra di Liberazione e la presentazione del volume sulle Città decorate di Medaglia d’oro e /o al Merito Civile.

Gli anni 1943-1945 sono fondamentali per la storia d’Italia e, avere l’opportunità di far incontrare gli studenti con chi quegli anni li ha vissuti, aggiunge valore allo studio della storia fatta sui manuali.

Inoltre, Alessandro de Bosis, oltre alla sua testimonianza diretta di letterato, antifascista, ambasciatore, è l’erede di memorie preziose, il nonno Adolfo è stato il fondatore del Convito, che Croce giudicò “la manifestazione collettiva più solenne dell’estetismo” su cui scrissero i maggiori letterati di inizio Novecento, lo zio Lauro lanciò volantini su Roma, il 3 ottobre 1931, poiché” Tutti gli uomini di coraggio e d’onore lavorano in silenzio per preparare un’Italia Libera”.

Appuntamento martedì 11 febbraio, ore 11, presso l’Oratorio della Resurrezione, quando pagine di storia verranno spiegate da chi le ha fatte!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*