…lo sguardo dritto e aperto nel futuro!

Il 20 aprile, nell’ambito della XVI settimana della cultura, l’Ipssart ‘ G. De Carolis’ ha visto protagonista l’impegno dei giovani. Prima di tutto la giornata è stata organizzata per presentare ‘Sopra li alloggi per li passeggeri a Spoleto’, lavoro scaturito dalla ricerca nella sezione di Archivio di Stato di Spoleto che le classi 4° e  5° turistico A, hanno condotto, coordinate dalla professoressa Paola Cimarelli e dalle archiviste Maria Paola Bianchi e Simonetta Mancini. Il direttore dell’Archivio di Stato di Perugia, Paolo Franzese ha sottolineato l’importanza dell’incontro tra archivio e scuola, le carte possono diventare fonti per ricostruire la storia delle Istituzioni, come nel caso di questa ricerca svolta dal corso Turistico sull’offerta ricettiva e ristorativa di Spoleto dal 1500 al 1900. La presentazione del lavoro è stata l’occasione per riflettere sul passato ma soprattutto sui dati attuali dei flussi turistici. I giovani e i giovanissimi della Scuola Comunale di Musica di Spoleto ‘Onofri’, sotto la guida degli insegnanti, hanno deliziato i presenti con il canto e la musica per poi partecipare all’aperitivo allestito dai nostri studenti. Il 2° B enogastonomia, con il professor Maestrini, si è occupato del servizio in sala, seri e professionali, i ragazzi, fin dal mattino hanno, con eleganza, preparato la sala, utilizzando edera e il Mascherone, la scultura di zucchero realizzata dai ragazzi del 4°Rist con il professor Cesarò. Ma ciò che è stato servito in sala nasceva dal lavoro dei ragazzi di cucina, il 3° cucina A e il 1° A enogastronomia con la professoressa Staderini e del 2° B enog., con il professor Cesarò. Ad accogliere e a guidare nei diversi spazi, archivisti, musicisti, i rappresentanti delle associazioni spoletine, come la Confesercenti, la Confcommercio, gli assessori Zampa e Vargiu, la stampa locale sono stati i ragazzi del 2°F enogastronomia sotto la guida del professor Martoglio, la cui aula di ricevimento, oltre che ad essere adibita a guardaroba ha assunto l’insolita veste di sala prova per la scuola di musica. Ma protagonisti sono stati i giovani, anche nel momento più forte della giornata, l’intitolazione dell’aula multimediale, con i nuovi iMac, ad Aurora Gasperini. Lorenzo Ricci, da ex studente, ha ricordato a tutti noi che alcuni insegnanti possono arricchire gli studenti e Aurora questo lo ha sempre fatto non solo insegnando economia, ma insegnando impegno e serietà con profonda sensibilità ed intelligenza.

In copertina, Irene Mariani scopre la targa dell’aula multimediale.

I commenti sono chiusi