Luci della ribalta.

Riflettori sempre accesi sull’ Ipssart’G. De Carolis’: il 12 maggio, ha avuto luogo lo spettacolo conclusivo delle attività coreografiche e drammaturgiche svolte in Convitto nel corso di quest’anno scolastico. Sul palcoscenico del Teatro San Nicolò i ragazzi convittori del San Paolo hanno allestito uno spettacolo dal titolo ‘La fontana fluttuante’, un canovaccio corale improntato insieme alle insegnanti, Francesca Cenciarelli e Laura Bocchini, dove la drammatizzazione si fonde con la musica e la coreografia, dove il testo scritto lascia spazio anche all’improvvisazione, soprattutto all’ espressione degli stati d’animo, della voglia di conoscere dei giovani. La trama è incentrata su 4 giovani che decidono di intraprendere un viaggio post diploma, chi alla ricerca dell’amore, chi della felicità, chi del coraggio e chi della libertà, alla fine approdano di fronte ad una fontana magica che svelerà ad ognuno di loro il significato della ricerca che spesso è più vicino di quanto possiamo immaginare. Ma il testo è stato accompagnato anche da piacevoli coreografie, da scenografie accattivanti, concesse dal Liceo Artistico ‘Leonardi’, dalla fonica e dalle luci, curate dall’Ipsia Spoleto, mentre il gruppo del convitto che ha seguito il corso multimediale ha effettuato il video della messinscena. Alla fine dello spettacolo vi è stata l’esibizione degli alunni del corso di ‘Balli interculturali’ curato da Luca Bibi.
Prima dello spettacolo, l’adrenalina è salita a mille quando la Dirigente Scolastica, Fiorella Sagrestani, è stata chiamata da Valerio Scotto, deus ex machina per tutto l’evento, a premiare i vincitori delle borse di studio messe a disposizione dalla Fondazione Ca.Ri.Spo e del concorso enogastronomico di Cucina. Le borse di studio sono andate a Baliani, Fortunati, Marchetti, Quadrelli, Zenobi, Zolla, mentre il primo posto della gara di cucina è andato al promettente chef Reggianti Jonathan con il piatto ‘Pita al maiale speed’, il secondo a Mela Matteo, il terzo a Alesja Ujka. Veramente una bella giornata per tutto l’Ipssart, come ha sottolineato la Dirigente Scolastica, un’occasione per far vedere le capacità professionali e culturali dei tanti studenti della scuola. La soddisfazione per lo spettacolo riuscito, il volto sorpreso e poi  soddisfatto di Gaia Zenobi quando è stata chiamata a ritirare la borsa di studio, un teso e poi raggiante Reggianti nel momento della proclamazione dal terzo al primo posto della gara di cucina sono tra le espressioni più belle di chi crede, vive, studia, lavora nella più popolosa scuola di Spoleto!

I commenti sono chiusi