Spoleto vista dagli ospiti polacchi.

Il 30 maggio, una bella giornata di sole ha accompagnato la visita di Spoleto degli insegnanti di laboratorio di Sala di diversi istituti alberghieri della Polonia, in visita-studio al ‘De Carolis’. Dopo il piacevole giro della città, guidati dal professor Antimiani, nelle insolite vesti di cicerone e, prima del pranzo, presso il Nostro Istituto, le due interpreti del gruppo ed il professor Garofoli, referente per l’Ipssart del progetto, hanno sottolineato l’importanza del progetto stesso come momento di crescita professionale per tutti gli Istituti coinvolti. Se, infatti, l’obiettivo è quello di fornire modelli di sviluppo per il settore turistico-ristorativo della regione nord orientale della Varmia Masuria, già in tre anni, si sono avuti tangibili risultati: da una parte, grazie a questo progetto, le scuole polacche hanno meglio organizzato e potenziato i loro laboratori professionali, dall’altra il confronto con realtà europee diverse, la discussione su curricoli professionali, hanno portato e stanno portando anche a una cresciata culturale di tutti i partecipanti che potrebbe aprire la via ad ulteriori collaborazioni e scambi anche in un futuro non tanto lontano. L’Ipssart ‘ G. De Carolis’, come in tante altre occasioni, è ambasciatore di Spoleto e ‘l’opera diplomatica’ è continuata a tavola. Ad occuparsi del servizio in Sala, gli alunni del 2 A e B enogastronomia, guidati dal professor Maestrini, mentre in Cucina, sotto l’occhio vigile del professor Broccatelli, i ragazzi di più classi prime che stanno frequentando il corso di qualifica regionale, svolto nel Nostro Istituto, in collaborazione con l’ECIPA, hanno approntato il menù:

  • Friteuse di verdure in tempura con parmigiane di melanzane
  • lasagne umbre
  • nodini di maiale al Grechetto con polentina alla norcina
  • rotolo alle creme e frutta.

I commenti sono chiusi